Storia

Tre secoli di storia

Dove oggi sorge l'Hotel Principe di Villafranca, nel 1712 crescevano a malapena le erbacce selvatiche.
Ciò nononstante, Giuseppe Alliata e Colonna, principe di Villafranca, decise che lì doveva nascere
un giardino delle meraviglie, il Firriato, che vuol dire "cinto da mura". All'interno di questo parco,  
vasto come centotrenta campi da calcio, il principe fece piantare aranceti e aiuole fiorite, orti e alber, che insieme
a sorgenti, viali, giochi d'acqua e cascate resero questo luogo il più bel parco della Sicilia per oltre 150 anni.
Due laghi dove pescare assicuravano, insieme ai daini, cervi e struzzi che vivevano liberi nel parco,
diletto al principe e ai suoi ospiti, mentre le due grandi scuderie, contenenti più di cento cavalli,
assolvevano ai bisogni della famiglia ma anche del servizio postale del regno.